giovedì 27 settembre 2012

PASTA ALLA SICILIANA

Onore alla Sicilia, o meglio, alla mia amica che è siciliana che me l'ha fatta assaggiare.
Qualche sera fa andiamo a cena da amici siciliani che vivono qui a Verona da diversi anni.
Ma ogni volta che vado da loro scopriamo qualcosa di nuovo, io segno e memorizzo tutto e all'occorrenza ripropongo a casa mia.
Magari vario un pò, ma l'idea di base resta la loro.
Bene, quella sera assaggiammo un piatto di pasta favoloso. Di per sè molto semplice ma con un ingrediente speciale che l'ha resa molto originale.
La mia amica mi diceva che a casa loro (intendeva al sud) la fanno spesso, c'è chi aggiunge o toglie qualche ingrediente, ma la versione che abbiamo mangiato noi è molto gettonata.
Non ricordo se abbia un nome particolare, io per non fare gaffe, la chiamerò "sugo alla siciliana".
 
Cosa vi serve:
 
cipolla
concentrato di pomodoro (conserva)
acciughe
olio di oliva Dante
pane grattuggiato
 
Preparazione:
 
Tritate una cipolla e fate rosolare in olio di oliva. Abbondate un pò perchè non è un normale soffritto ma va proprio cotta la cipolla.
Aggiungete il concentrato di pomodoro (quello in tubetto). Meglio il concentrato della passata perchè non diventa il sugo troppo liquido.
Se necessario allungate il sugo con un mestolo di acqua di cottura della pasta.
Fate andare avanti così e nel frattempo cuocete la pasta. Il tipo di pasta ideale sono spaghetti o vermicelli.


Potete ora aggiungere i filetti di acciughe che nel sugo si scioglieranno, dando sapore e gusto.
Il sugo adesso è pronto!
Manca solo una cosa..... semplice ma importantissima e che mi darete ragione, se la provate anche voi, rende questo piatto davvero speciale: IL PANE GRATTUGGIATO.
Fate arrostire il pan grattato in una padella antiaderente con un filo di olio. Deve restare ben croccante. Toglietelo dalla pentola e versatelo in una ciotola per raffreddare. Verrà messo sulla pasta al posto del parmigiano. L'effetto che darà sarà croccante senza alterare il gusto saporito del sugo.
Non credevo, ma quando l'ho mangiata, ho dovuto dare ragione alla mia amica. Masticando l'effetto un pò croccante è molto gradito.


In questa foto vedete un sacchetto con il Sale dei Papi. In questo caso l'ho utilizzato poco perchè già il sugo era molto saporito però volevo mostrarvelo visto che con le acciughe di mezzo si parla un pò anche di mare. Questo sale è un regalo di una mia amica che è stata in vacanza alle terme di Cervia e mi ha voluto donare questo prodotto tipico delle saline di quella zona. La storia di queste saline è antichissima, fin dal 1440 quando si iniziò ad inviare ogni anno a Roma, al Papa, il sale proveniente dalla Romagna, chiamato il Fior della Salina di Cervia. Questo è un sale marino integrale, non essicato artificialmente, che mantiene tutti gli elementi presenti nell'acqua di mare. Provatelo perchè veramente si sente la differenza.
 
Parlando di mare, di acciughe e di sale, mi è venuta voglia di abbinare a questo piatto così saporito un vino bianco della nostra zona: il CUSTOZA. Gentilmente offerto dalla Cantina Sartori di Verona, zona Valpolicella: www.sartorinet.com
 
 
La cantina Sartori non propone solo vino Custoza, adatto più a pesce o primi piatti leggeri, ma anche Valpolicella, più adatto a piatti di carne, Amarone, Recioto e molti altri vini caratteristici della zona della Valpolicella a ridosso della città. Visitate il loro sito per saperne di più e scoprire da dove proviene un vino così buono!




21 commenti:

  1. Certo che in Sicilia in fatto di gusto non si fanno mancare proprio nulla. Resto ammirata deve essere stra buona!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E molto veloce da fare! una garanzia insomma! ciao

      Elimina
  2. mmmhhh mi sa che avete ragione!!!
    sai cosa faccio?
    me la segno e la provo al piu' presto!

    RispondiElimina
  3. mmm davvero buona questa pasta gustosa!

    RispondiElimina
  4. Confermo che è squisita,io sono di palermo,e si chiama a pasta c'anciova, sei stata bravissima a rifarla per somigliare all'originale ti mancavano solo i passolini e pinoli :-)
    (le cose belle della vita)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ora so come si chiamava veramente. I pinoli lo sapevo che si possono aggiungere, ma i passolini....cosa sono???? Bacioni dal nord!

      Elimina
    2. ahhahahha,è l'uva passa anche se quella che ci sta giu' da noi è un po' diversa da quella che si vende al supermercato al di fuori della sicilia,ma la tua pasta era ottima anche cosi' :-)

      Elimina
  5. Ciao, gustosissima questa pasta da copiare!!!Buona serata...

    RispondiElimina
  6. Semplice da fare e gustosa ! Giusto...ci sta benissimo con un bicchiere di vino bianco.
    ciao...a presto!

    RispondiElimina
  7. Mi piace molto la cucina siciliana e la tua pasta è un'ulteriore conferma. Semplice, veloce e gustosissima. Complimenti!!!

    RispondiElimina
  8. sughetto veloce e semplice per una pasta dal sapore gustoso e deciso!
    mi piace!
    alla prossima!

    RispondiElimina
  9. saporito e veloce, proprio un bel sughetto, complimenti

    RispondiElimina
  10. Saporita questa pasta e veloce come piace a noi! Baci

    RispondiElimina
  11. quanto mi piacciono le cipolle e le acciughe, me lo preparo questo piattino quando non c'è mio marito^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me, un sacco! Devo dire che qui le cipolle, anche se abbondi, non si sentono molto. Baci

      Elimina
  12. Che bella ricettina!! Semplice e saporita!! Veramente un bel piatto di pasta!!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  13. Vogliamo parlare della cucina siciliana?? Di quanto l'adori??
    Ti rubo l'idea proprio come hai fatto tu, io per le acciughe passo ma memorizzo e ripropongo a casa, ti farò sapere!
    Ciao cara, passa una buona serata*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi sostituire le acciughe con i pinoli, anzi, andrebbero comunque tutte e due insieme. Ciao carissimaaaaaaaaaaaa.... Smackete

      Elimina
  14. come sa essere convincente la semplicità quando c'è la mano della cuoca

    RispondiElimina
  15. Mmmmm, davvero gustosa questa pasta!Che languorino!

    RispondiElimina