lunedì 23 aprile 2012

CENA BIOLOGICA: IL GIORNO DOPO

Come annunciato, sabato sera siamo stati al ristorante biologico BIOHEAVEN di Lonato (Bs).
Vi avevo già accennato al menù, che qui di seguito vi voglio riproporre:
In questo locale tutto è biologico e non si utilizza niente di derivazione animale. Perciò anche le bevande sono un pò diverse dalle solite a cui siamo abituati. Potreste quindi bere una birra di questo tipo:

Bene, ora facciamo 2 chiacchiere sul menù e partiamo dall'antipasto:
Al centro del piatto una frittata di ceci, saporita con il rosmarino, un crostino con alghe, falafel (che ho scoperto significare polpette) di fave accompagnate con la salsa di sesamo, tahin e salsa di tofu (quella a destra più chiara).
A me sono piaciute molto le polpette con la salsina e la frittata, un pò meno il crostino...ma forse perchè condizionata dal fatto di essere alghe.

Il primo è stato il piatto forte, secondo me. Consisteva in due assaggi:


Sulla sinistra uno sfornatino di quinoa (cereale estivo che cresce nelle zone tropicali), servito tiepido con verdure. Molto saporito e gustoso. Mentre a destra degli assaggi di riso venere con le noci.

Il secondo è il piatto che mi ha sorpreso di più. Mi dispiace che la foto non renda al meglio....è un piatto che inganna e potrebbe partecipare a qualche contest dove sembra una cosa ma in realtà è un'altra. Infatti sembra uno spiedino di carne con zucchine e carote in realtà è...... PROVATE VOI AD INDOVINARE! Non posso dirvi tutto io :-))

Ci siete arrivati? Allora vi posso aiutare con la polenta: è fatta con mais e saraceno. Mentre lo spiedino.... dai.....è composto da due elementi diversi, lavorati in modo da avere dei piccoli bocconcini che sembrano pezzi di carne. Qui purtroppo non si vede la differenza dei due tipi ma uno era più quadrato e la consistenza era diversa rispetto l'altro. Si tratta di TEMPEH (fagioli di soia lavorati con fermenti) e SEITAN (glutine di grano).

La cena poi è proseguita con verdura cruda e in particolare un piatto è stato servito con verdure pressate. Esiste un attrezzo che le pressa e si servono così. Perchè, mi hanno spiegato, è importante anche come si tagliano le verdure, per la loro energia e ciò che contengono.
Ahimè, ho perso per strada la parte più dolce della cena....cioè la crostata di farro con le fragole! Una vera delizia!

Devo dire che è stato un viaggio in un mondo nuovo ed interessante! A me piacciono molto le verdure però non mi aspettavo di mangiarle così diverse da come si trovano in natura o come siamo più abitualmente soliti servirle. Sicuramente un mondo da assaggiare, poi non è detto che a tutti possa piacere e convincere. Però una volta nella vita dovete provare!
Desidero ringraziare i nostri amici FABRI e MASSI che ci hanno invitato a condividere con loro questa avventura e specialmente per le indicazioni di cosa stavamo mangiando. Perdonatemi fin da ora se ci sono delle imprecisioni, ho cercato di essere più esaustiva possibile :-)...ma sicuramente qualcosa mi sarò persa per strada!
E naturalmente visitate il sito di questa associazione Bioheaven se vorrete saperne di più!

5 commenti:

  1. Ma la prossima volta potrebbe venire anche la dolcemeringa Ombretta, giusto????

    RispondiElimina
  2. Ciao, puoi passarmi la ricetta dello sformato di Quinoa?
    io la mangio spesso ma cosi non l ho mai provata.
    Grazie :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! purtroppo io la ricetta non ce l'ho perchè eravamo in un locale e ho avuto le informazioni che ho trascritto sul blog quando ci servivano. Però non la ricetta vera e propria. Prova eventualmente a contattare loro, sono molto gentili e magari ti danno qualche dritta :-) a presto

      Elimina