martedì 23 maggio 2017

COPPETTE DI CIOCCOLATO FRAGOLE E RICOTTA

La cioccolata in questione è un ovetto di Pasqua che girava ancora per casa, quindi, a ben vedere potrebbe trattarsi di una ricetta "da riciclo".
Fragole e ricotta sono ingredienti del territorio veronese che ben si sposano in questo dessert facile da preparare e divertente da servire in tavola. 
Mi capita spesso in bicicletta di affiancare campi di fragole con la tentazione di fare una scorpacciata!
Vi propongo queste coppette che si possono mangiare insieme alla frutta contenuta.

RICETTA: MEDIA
TEMPI: 15 minuti + raffreddamento

Ingredienti:
cioccolata fondente 
fragole
ricotta 
limone bio
1 cucchiaio di zucchero a velo
1 cucchiaio di zucchero 

Preparazione:
Per preparare le coppette di cioccolata potete usare degli stampi, avendo cura di stemperare prima il cioccolato oppure una versione più casalinga come ho fatto io, gonfiando dei palloncini.
Per prima cosa sciogliete il cioccolato a bagno-maria, procuratevi dei palloncini che una volta gonfiati andrete ad immergere nella cioccolata.
Adagiateli su un piano rivestito di carta forno e fate raffreddare, meglio in frigorifero vista la stagione calda.
Pulite le fragole e tagliatele a pezzetti, infine dedicatevi alla ricotta. Passatela al setaccio e lavoratela con lo zucchero a velo.
Tagliate a fettine sottili la buccia di limone, meglio se biologico e non trattato, sbollentate per alcuni minuti in acqua e infine passatele nello zucchero.
Quando il cioccolato si è raffreddato, sgonfiate i palloncini, adagiate le fragole all'interno delle coppette e decorate con ciuffi di ricotta e limone.






venerdì 19 maggio 2017

VIAGGIO TRA I FORNELLI DI GIOVANI CUOCHI

Quando ho ricevuto la proposta di prendere parte alla giuria del Concorso Nazionale settore Turistico–Alberghiero l’emozione e la gioia erano tante ma subito dopo ha preso il sopravvento il timore di essere all'altezza di questa prova.
In realtà come ho messo piede nelle cucine dell’Istituto Manfredini di Este mi sono sentita a casa e ho respirato a pieni polmoni quella passione che coinvolgeva tutti quanti i presenti e l’energia che solo 20 adolescenti insieme possono generare.

Questi due giorni trascorsi con i ragazzi del Concorso Nazionale CNOS-FAP (Centro Nazionale Opere Salesiane - Formazione Aggiornamento Professionale) sono stati per me un arricchimento professionale e personale che conserverò come dono prezioso.
Il primo giorno i ragazzi erano suddivisi a squadre e dovevano con un budget prestabilito preparare un menù completo compreso di antipasto, primo, secondo e dessert valorizzando i prodotti locali quali salumi  del Prosciuttificio Fontana e Bertelli, radicchio del Consorzio Igp Verona, farine Molini Spigadoro e molti altri.
Il secondo giorno le prove erano individuali e ognuno doveva stupire preparando un piatto con "5 sfumature di colore"!

La prima cosa che mi ha colpito è stata la totale assenza di cellulari. D’accordo, in cucina non entrano smarphone ma non ne ho visti girare neanche uno durante le pause o fuori dalla cucina. In un mondo in cui siamo abituati a vedere giovani adolescenti con gli occhi incollati allo schermo di un telefonino questo dettaglio mi ha colpito molto. Questi ragazzi si sono dedicati al loro lavoro con dedizione e concentrazione, senza mai farsi distrarre, passione e tanto impegno. Rispetto, prima di tutto  verso i loro colleghi, gli insegnanti e giudici e l’umiltà che li ha contraddistinti in ogni prova.
I piatti preparati? Cosa posso dirvi se non che li ho trovati superbi!
Vi ho assaggiato tanta creatività, voglia di valorizzare i prodotti del Territorio, di sperimentare e stupire.

L’augurio che vi posso fare è di conservare sempre nella vostra dispensa l’ingrediente più importante: l’umiltà. E di mescolarlo sapientemente insieme a una buona dose di curiosità. Solo così non perderete mai la voglia di giocare con gli ingredienti e trovare sempre nuovi stimoli per voi e per chi assaggerà i vostri piatti. E farà si che lo chef che è in voi vi porti ad essere innanzitutto grandi Persone.

Spero un giorno di sedermi al tavolo del vostro ristorante … e gustarmi le vostre creazioni! 

Alcune foto dei piatti preparati dai ragazzi in gara














martedì 16 maggio 2017

POLENTA PERO MISSO DELLA LESSINIA E LEVISTICO

Un antipasto del nostro territorio.

L'antipasto di oggi parla tutto veronese perchè abbinato al tortino di polenta ho associato la confettura di Pero Misso della Lessinia dall'inconfondibile colore marrone e caratterizzata dalla presenza di granuli che la rende particolare ed originale e una coulis di levistico, conosciuto anche con il nome di sedano di montagna dal sapore intenso e pungente.
Se volete saperne di più su questa qualità di pero, diventata Presidio Slow Food per tutelarne la qualità, vi lascio il link al mio articolo: Leggi qui 
Una ricetta questa che valorizza il Territorio della montagna veronese con i suoi meravigliosi prodotti!

RICETTA: MEDIA
TEMPI: 30 minuti

Ingredienti:
polenta di mais
sale
confettura di pero misso
levistico
amido di mais

Preparazione:
Per prima cosa cuocete la polenta in acqua leggermente salata. Non esagerate se volete percepire il gusto della confettura nella sua totalità.
Versate la polenta nei stampini (potete usare quelli per fare i muffin) e lasciatela raffreddare.
Nel frattempo fate bollire il levistico tagliato a pezzetti. Frullatelo nella sua acqua di cottura con il frullatore ad immersione e ricaverete un composto verde. Aggiungete un paio di cucchiai di amido di mais mescolando con la frusta per ottenere una cremina.
Impiattate il tortino di polenta al centro con sopra la confettura e gocce di levistico.


Per chi non conoscesse il Levistico è una pianta che si coltiva nelle zone montane e collinari, può essere usato come pianta decorativa ma anche in cucina per il suo sapore particolare che lo caratterizza.

venerdì 12 maggio 2017

BRUSCHETTA AL POMODORO

Un modo nuovo di preparare la classica bruschetta

Se siete abituati a preparare la bruschetta sulla classica fetta di pane tostato, oggi vi propongo una sfiziosa alternativa: la bruschetta in verticale!
Prepararla è davvero semplice e l'effetto finale è originale e alternativo che stupirà sicuramente i vostri ospiti.
Allora visto la stagione estiva che avanza, procuratevi dei bicchierini tipo questi e non ci sono più scuse!

RICETTA: FACILE
TEMPI: 20 minuti

Ingredienti:
pomodorini
basilico
sale aromatizzato timo e zenzero
gorgonzola dolce

Preparazione:
Tostate il pane da bruschette e tagliatelo a cubetti.
Tagliate i pomodori anche qualche ora prima in modo da rilasciare il loro liquido. 
Preparate la crema: io ho usato gorgonzola dolce. Lavoratelo per ammorbidirlo e usate una sac a poche per stenderlo sui bicchierini.
Per condire i pomodori ho usato un sale aromatizzato allo zenzero e timo così dona gusto e sapidità alla verdura con carattere e qualche foglia di basilico.
Infine ho steso la crema di gorgonzola in ogni bicchiere e posto sopra un fiore di malva per decorazione.


martedì 9 maggio 2017

SUA MAESTA': L'ASPARAGO

Maggio mese per antonomasia di fragole e asparagi.
Avendo la fortuna di abitare in una zona dove ci sono diverse coltivazioni, non c'è giorno che ci passi davanti e mi assalga la voglia di fragole rosse e invitanti e asparagi dal colore verde brillante o candido biancore.
Diverse ricette si possono preparare e donano ai piatti un colore particolare. Per questo antipasto oggi ho scelto gli asparagi verdi e pochi altri ingredienti per un piatto di sicuro effetto!
NON MI CREDI? PROVALO!
Non ti viene voglia di assaltare questo spiedino?

RICETTA: FACILE
TEMPI: 30 minuti

Ingredienti:
asparagi verdi
fettine di speck
olio di oliva

Preparazione:
Pulisci gli asparagi e tieni da parte solo le punte. Il resto non buttarlo, ci puoi fare un risotto o preparare una squisita salsa.
Sbollentateli per pochi minuti o cuocete al vapore.
Per assemblare gli spiedini, prendete la punta di un asparago e infilate lo stecchino, poi fate passare la fettina di speck e alternate con altri asparagi.
Infine chiudete lo stecchino con foglie di salvia.
Adagiate lo stecchino in una padella calda antiaderente il tempo necessario di rosolarsi su entrambi i lati.



lunedì 8 maggio 2017

TORTINO DI POLENTA IN DUE COLORI

Ecco la mia idea per un antipasto diverso dal solito che colpisce prima di tutto con i suoi colori e poi conquista con il sapore.
Amo molto la polenta di riso nero perchè ti permette di creare piatti originali e giocare con vari colori. Cercando qualche abbinamento nuovo è nato questo tortino; che dite, vi piace?
Il tortino di polenta in due colori si compone di due tipi di polenta quella di riso nero alla base dall'inconfondibile colore viola e gusto caratteristico e quella più classica di mais dal colore chiaro e più delicata.
A completare il tortino una rosa di bresaola: uno dei salumi più delicati che ben si sposa con i sapori distinti delle polente e un tocco di colore vivace dato da una coulis di asparagi verde brillante, tipico ortaggio di questo periodo.

RICETTA: FACILE
TEMPI: 20 minuti

Ingredienti:
polenta di mais
polenta di riso nero
asparagi
sale
bresaola
olio di oliva

Preparazione:
Preparate prima la polenta di riso nero da stendere nel pirottino (tipo quelli da muffin).
Successivamente pensate all'altra polenta che andrete a stendere sopra la precedente e lasciate raffreddare.
Per preparare la coulis cuocete gli asparagi eliminando la parte finale più dura in acqua bollente per alcuni minuti. Frullateli nella loro acqua di cottura e salate quanto basta.
Stendete il tortino di polenta su un piatto preriscaldato e completate con un fiore di bresaola e coulis di asparagi.





LIFE STYLE: COLAZIONI

Sabato scorso a Verona appuntamento LIFE STYLE. Si parlava di benessere e in particolare per quanto riguarda l'alimentazione, di colazioni.
Perchè è fondamentale partire bene la mattina per una giornata carica e grintosa! A volte si tratta semplicemente di piccoli accorgimenti e una volta intrapreso questo stile di vita non si vuole più tornare indietro.
Chiacchiere costruttive intorno all'argomento benessere, scambio di opinioni e pareri con i partecipanti e non sono mancati assaggi e ricette proposte dalla sottoscritta.
Tanta soddisfazione per questo evento che ci spinge a pensare al futuro con tanti altri approfondimenti! Seguitemi per saperne di più ...


Confettura di mele e sambuco e pero Trentosso due particolarità del nostro Territorio confezionate da La Bottega dello Speziale con attenzione e impegno giusto abbinamento per crepes e pancake 


Cookies gluten free con farina di riso nero e frutti rossi 


 Non poteva mancare un tocco floreale e profumato alla giornata: centrotavola verde di alloro, salvia, rosmarino e il colore rosso dei peperoncini


l'albero delle idee